MONASTERO DI SAN PIETRO IN PALAZZUOLO

   

Il Monastero di San Pietro in Palazzuolo

ha una storia antichissima

Il monastero, di cui oggi, con una passeggiata, si possono ammirare le rovine, è certamente uno dei più antichi di tutta la Toscana. Fondato alla metà del 700, accolse quei primi monaci che, in una terra allora remota, cercavano la solitudine e la spiritualità, la stessa che i luoghi, ancora oggi, infondono.
Il patrimonio inizialmente donato da questa famiglia al monastero era molto consistente e consentì a questo ente di controllare, tramite altre acquisizioni giunte nel corso del tempo, un ampio territorio; grazie a questo il monastero si rese autonomo nei confronti delle due diocesi.
Oggi si conservano solo pochi resti degli edifici che componevano il complesso monastico, ma è possibile intuire la passata ricchezza e potenza del monastero. I resti meglio conservati sono quelli della chiesa, mentre invece sono scarsamente leggibili gli edifici che si trovavano intorno e che costituivano gli ambienti di abitazione dei monaci.

La Badia di San Pietro in Palazzuolo

La Badia di San Pietro in Palazzuolo

La Badia di San Pietro in Palazzuolo

La Badia di San Pietro in Palazzuolo

La Badia di San Pietro in Palazzuolo

La Badia di San Pietro in Palazzuolo

La Badia di San Pietro in Palazzuolo

La Badia di San Pietro in Palazzuolo

Consorzio Turistico Volterra Valdicecina Valdera S.c.r.l.
Via Franceschini, 34 - 56048 Volterra (PI) - PIVA 0130834050
Operazione/Progetto stanziato nel quadro del POR FESR Toscana 2014-2020