FIUME CECINA

   

Il fiume Cecina

porta il nome di una famiglia etrusca

Ha un regime torrentizio, con portate che presentano una estrema variabilità stagionale, con lunghi periodi di siccità estiva soprattutto nel medio corso. La sua lunghezza è di circa 78 km.
La parte più alta del suo corso è caratterizzata da alti livelli di naturalità, garantiti dalla scarsa presenza di insediamenti antropici e da una forte dominanza di aree boscate. Dato che l’ambiente ripariale è uno dei più fragili e sensibili all’intervento dell’uomo e visto che, storicamente, le rive dei fiumi sono state privilegiate come aree di insediamento, gli ambienti ripariali che si sono mantenuti in buono stato di conservazione acquisiscono un notevole interesse non solo paesaggistico ma anche biologico: per proteggere queste aree di pregio è stato riconosciuto il Sito di Importanza Comunitaria “Fiume Cecina da Berignone a Ponteginori.

LEGGI DI PIÙ

La vegetazione lungo il torrente è ricca e diversificata come la sua morfologia che presenta ora tratti incassati tra la roccia che si collegano poco dopo a grandi alvei aperti nella pianura.
Anche dal punto di vista paesaggistico le sorprese non mancano: basta che il visitatore si avvicini per la prima volta al Masso degli Specchi, o al più noto Masso delle Fanciulle (Riserva Naturale di Berignone), per rimanere senza fiato davanti a spettacolari affioramenti di ofioliti che emergono da profondi tonfi d’acqua, ottimo richiamo per chi è in cerca di refrigerio e relax.

Localizzazione
Nasce dalle Cornate di Gerfalco, a quota di poco superiore ai 1000 metri. Fino alla confluenze con il torrente Pavone, attraversa il territorio della provincia di Siena e, per un tratto limitato quella di Grosseto. Scorre per la maggior parte della sua lunghezza in provincia di Pisa per arrivare, nel tratto prefociale ad attraversare la pianura costiera in provincia di Livorno.

Comuni
Pomarance, Volterra, Montecatini Val di Cecina

Modalità di Fruizione
La località più nota, il Masso delle Fanciulle, coincide con il luogo di interesse n. 4 della Riserva Naturale di Berignone. Se siamo già all’interno della Riserva, nei pressi del Castello dei Vescovi, si arriva al Masso delle Fanciulle con il sentiero 12, Carta della vegetazione e dei sentieri delle Riserve Naturali, scala 1:15000. Il basso corso del Cecina è facilmente accessibile tramite numerose diramazioni della SR 68. Nella zona prefociale, nel tratto compreso nell’ANPIL Il Giardino-Belora- Fiume Cecina, è presente una pista ciclabile per raggiungere il mare.

Altri borghi da non perdere

nel territorio di Montecatini Val di Cecina

Consorzio Turistico Volterra Valdicecina Valdera S.c.r.l.
Via Franceschini, 34 - 56048 Volterra (PI) - PIVA 0130834050
Operazione/Progetto stanziato nel quadro del POR FESR Toscana 2014-2020