CHIESA DI SAN GIROLAMO A VOLTERRA

   

La Chiesa di San Girolamo a Volterra

arricchita da un notevole frontone

Il convento di San Girolamo al Velloso si trova in località San Lazzaro.
La costruzione del complesso conventuale fu iniziata nel 1447: in verità la programmazione della costruzione era stata ventilata fin dal 1424, dietro la spinta emotiva suscitata dalla predicazione di San Bernardino da Siena. Della costruzione si fece promotore Cosimo de’ Medici.

Il fatto che il committente fosse Cosimo de’ Medici e che l’impianto della chiesa sembri discendere da quello del convento del Bosco ai Frati, nel Mugello, si propendeva per accostare il progetto a Michelozzo di Bartolomeo, anche se recentemente tale attribuzione è stata messa in discussione in favore di un accostamento alla maniera architettonica di Lorenzo Ghiberti.

La facciata, coronata da un notevole frontone, è preceduta da un portico sul quale si aprono due cappelle che conservano terrecotte smaltate di Giovanni della Robbia del 1501: in quella di destra San Francesco che consegna la regola ai santi Ludovico ed Elisabetta, in quella di sinistra il Giudizio Finale.
Nell’interno, ad aula unica, coperto da volte a crociera costolonate impostate su capitelli pensili si trovano una tavola centinata con la Concezione, attribuita a Santi di Tito e un Crocifisso ligneo del XV secolo.

Come è visibile oggi è frutto di un restauro eseguito negli anni dal 1952 al 1955: con l’intento di riportare la chiesa al suo aspetto primitivo, furono demoliti tutti gli altari laterali seicenteschi le cui edicole in pietra serena ornavano le nicchie tutt’oggi esistenti; fu rimosso inoltre tutto l’intonaco sulle pareti, togliendo anche tutti i residui di decorazione.

Da non perdere

I luoghi dello spirito nella Terra degli Etruschi

Il posto del cuore e dell’anima

Silenzi antichi, viste mozzafiato:
un itinerario unico tra i luoghi di culto

Consorzio Turistico Volterra Valdicecina Valdera S.c.r.l.
Via Franceschini, 34 - 56048 Volterra (PI) - PIVA 0130834050
Operazione/Progetto stanziato nel quadro del POR FESR Toscana 2014-2020